Come organizzare un viaggio alle Cinque Terre e suggerimenti in caso di pioggia

In questo primo articolo ti darò alcuni consigli utili per pianificare la tua visita ai bellissimi borghi delle Cinque Terre. Iniziamo!

Di cosa parleremo in questo articolo:
1. Informazioni utili prima di partire
2. Come spostarsi alle Cinque Terre
3. Le spiagge delle Cinque Terre
4. Consigli in caso di pioggia

Una bellissima vista sul mare da Riomaggiore

Informazioni utili prima di partire per le Cinque Terre

Se stai pianificando un weekend/viaggio alle Cinque Terre, come prima cosa ti starai chiedendo dove soggiornare.
Gli hotels e gli alloggi nei cinque borghi sono diversi, ma salvo prenotazioni con molto anticipo, non è facile trovare posto libero facilmente. Il consiglio che voglio darti, quindi, è quello di optare per un soggiorno nelle città di partenza del Cinque Terre Express, il trenino che percorre il Parco Nazionale.

I due capolinea di questo comodissimo mezzo sono Levanto e La Spezia.
A Levanto le opzioni per alloggiare sono poche, per cui ti consiglio di optare per La Spezia.
In città avrai modo di scegliere tra diverse alternative, dagli hotels ai B&B agli affittacamere. Inoltre, La Spezia è ricca di luoghi da visitare, di ristoranti e bar e di negozietti interessanti.

Il centro di La Spezia – foto di Lorenzo Taccioli

Io personalmente ho soggiornato presso il Teresa Rooms & Suites, in via XXVII Marzo, 95. A pochi passi sia dal centro città che dalla stazione, l’ho reputata un’ottima soluzione per visitare le Cinque Terre. Inoltre, Teresa è molto disponibile e le stanze sono spaziose e pulite.

Un altro consiglio che ci tengo a darti è quello di prestare molta attenzione al meteo. Controlla qualche giorno prima di partire le previsioni: se sono previste forti piogge e viene dichiarata l’allerta Arancione, non sarà possibile acquistare la Cinque Terre Card e quasi tutti i negozi nei cinque borghi saranno chiusi.

Come muoversi alle Cinque Terre

Sia che tu abbia scelto un alloggio nei cinque borghi, che tu abbia optato per le città limitrofe ai capolinea, il mezzo che ti consiglio di utilizzare per visitare le Cinque Terre è il treno.

Trenitalia ha implementato un’efficientissima rete di treni dedicati, chiamati Cinque Terre Express, che effettuano fermate ogni circa 30 minuti nelle varie città durante tutta la giornata.
Puoi decidere di acquistare biglietti singoli online, al costo di € 4 a tratta, oppure di acquistare la Cinque Terre Card, che ti consentirà di spostarti durante uno, due o tre giorni illimitatamente a bordo dei treni dedicati. Grazie a questi treni, ti risulterà semplice visitare due o più terre al giorno senza preoccuparti del parcheggio.
Ecco la mappa, nel caso possa tornarti utile:

Mappa Cinque Terre Express di Trenitalia

L’unico borgo in cui è più fattibile trovare parcheggio per l’automobile è Monterosso. Sul lungomare, accanto alle spiagge, infatti, vi è un grande parcheggio: potrebbe essere una buona soluzione per un bagno al mare. A Monterosso, infatti, ci sono le spiagge più ampie di tutti e cinque i borghi.

La spiaggia di Monterosso

Le spiagge delle Cinque Terre

In tutti i borghi, ad eccezione di Corniglia che è sopraelevata, vi sono spiagge con acque cristalline in cui potersi immergersi per un bagno in mare.
Molte di esse sono libero e/o non attrezzate, per cui ti consiglio di raggiungerle nella prima mattinata e di attrezzarti con asciugamano e ombrellone.

La spiaggia di Vernazza

Il borgo più attrezzato da questo punto di vista è Monterosso, in cui invece vi sono numerosi stabilimenti e tratti di sabbia più ampi.
La maggior parte di essi non accetta prenotazioni , se non per gruppi. Trattandosi di posti numerati e limitati, ti consiglio di recarti sul lungomare nella prima mattinata per assicurarti un ombrellone.
La spiaggia più famosa e adatta ai giovani che alle famiglie è la Fegina, riparata dalla splendida Torre Aurora.

La spiaggia di Monterosso

E se dovesse piovere?

In quest’ultima parte dell’articolo vorrei fornirti un paio di suggerimenti nel caso dovessi trovare brutto tempo.

La Spezia

Come ti accennavo, la città di La Spezia è sorprendentemente ricca di attrazioni e monumenti da visitare, ed è comoda da girare a piedi.

Prima di tutto, ti consiglio di visitare il Porto del Golfo dei Poeti. Tra i più importanti per il commercio italiano, è molto ampio e, soprattutto la sera, custodisce una gradevole atmosfera. Ti consiglio di fare una passeggiata sul moderno Ponte Thaon de Revel, inaugurato nel 2013 e lungo circa 150 metri, che collega la passeggiata Morin al porto Mirabello.

Il porto di La Spezia

A pochi passi dal porto si trova il museo tecnico navale, uno dei più visitati a La Spezia, nonché il più importante del suo genere di tutta Italia.

Proseguendo verso la città, potrai decidere se passeggiare sul lungomare, che si affaccia sul Golfo dei Poeti, oppure se oltrepassare i lunghi giardini pubblici col monumento a Garibaldi ed immergerti nel centro storico.

Il lungomare di La Spezia

La prima via che si incontra è Corso Cavour, ricca di negozi, ristoranti e bar e molto attiva durante tutta la giornata.
Passeggiando lungo il corso, potrai visitare il Museo Etnografico Podenzana e Museo Diocesano, che si propone come centro di ricerca e divulgazione dei temi dell’antropologia e della etnografia, con particolare attenzione alla Lunigiana Storica, oppure il Museo del Sigillo, che custodisce sigilli che vanno dal IV millennio avanti Cristo fino ai secoli più recenti.
Proseguendo la passeggiata nel centro storico, potrai visitare la chiesa di Santa Maria Assunta, di antiche origini.

Per raggiungere Via del Prione, la seconda via del centro storico, ti consiglio di attraversare Piaza Garibaldi, titolata a lui come omaggio alle sue frequenti visite in città.

Un ultimo monumento particolare di La Spezia è il Duomo, ossia la Cattedrale di Cristo Re. Molto criticato e dibattuto a causa del suo stile estremamente moderno, è circondato da un grande sagrato posto verso monte e in parte occupato da un prato, e al suo interno risulta abbastanza spoglio.

Se stai visitando La Spezia e ti sale un certo languorino, ti consiglio di provare l’Hosteria Numero Venti, in Via Vincenzo Gioberti 23, una piccola traversa di Corso Cavour.
I piatti, sia a base di pesce che di carne, sono originali e gustosi. Meritano una menzione le palline di baccalà fritte: squisite!

La Lunigiana

La Lunigiana è una regione storica situata tra la Toscana settentrionale e la Liguria di Levante. Anticamente corrispondeva all’estensione dell’antica Diocesi di Luni, mentre oggi corrisponde al bacino fluviale del Fiume Magra, diviso tra le Province di Massa Carrara e La Spezia. La Val di Magra per le sue caratteristiche geografiche-morfologiche e la sua posizione è sempre stata una terra di passaggio e un corridoio naturale tra comprensori diversi, di cui sono visibili ancora oggi evidenti contaminazioni che hanno fortemente condizionato la sua vicenda storica e l’organizzazione del suo territorio.

Si tratta di un territorio ancora poco conosciuto, che offre la possibilità di compiere numerose attività: dal tour dei castelli, al relax nei centri termali; dalle cavalcate a cavallo al trekking sulla via Francigena. Le opzioni sono davvero molte!

Se soggiorni a La Spezia ti risulterà molto comodo raggiungere questa zona in auto. A circa una mezz’oretta d’auto, potrai infatti trovare i primi borghi e i primi agriturismi che offrono prodotti tipici.

Se questa bellissima zona d’Italia ti incuriosisce, segui il blog: in uno dei miei prossimi articoli ti racconterò la mia gita qui in Lunigiana, tra Licciana Nardi e Sarzana, due vere chicche!

Spero che questo primo articolo sulle Cinque Terre ti sia piaciuto. Nelle prossime settimane troverai qui sul blog altri articoli dedicati a questa meraviglia italiana: ti parlerò infatti di ciascun borgo, dandoti suggerimenti su cosa visitare e dove mangiare bene.
Iscriviti alla newsletter o seguimi su Instagram e Facebook per non perderti gli aggiornamenti.
A presto,
Greta

3 commenti

Rispondi