Cinque luoghi della street art a Catania

E’ il 2015 quando i silos del porto di Catania vengono decorati da enormi opere di artisti locali e internazionali; visibili dalla strada e da mare, dimostrano in modo eclatante come anche la città etnea si stia aggiornando alle tendenze europee in fatto di arte urbana e riqualificazione degli spazi “difficili”. Nel 2016 l’enorme murales di Blu nel quartiere periferico di Librino conferma la tendenza.

Ma pochi sanno che, insieme a queste opere famosissime e di grande impatto visivo, a Catania sono stati realizzati negli ultimi dieci anni tantissimi interventi di arte urbana molto più piccoli (ma interessantissimi!) e meno evidenti, difficili da scovare, perché in luoghi davvero inaspettati del centro storico. Per vederli, bisogna camminare nei vicoli ed aguzzare la vista!

Leggi questo articolo per scoprire cinque posti in cui ammirare la street art del centro storico di Catania!

1) Piazza Alonzo di Benedetto (La Pescheria)

Non si può pensare a Catania senza ricordare Sant’Agata, patrona della città ed oggetto di una fortissima e secolare devozione. E così l’artista palermitano Salvatore Benintende (in arte TvBoy) ha realizzato nel 2020 la sua personale Sant’Agata all’interno di uno dei luoghi simbolo della città: l’antico mercato del pesce (dietro Piazza Duomo), chiamato “pescheria” (o “piscaria”, in dialetto).
Carta incollata su muro (street art ormai non significa più solo “bombolette spray”!), colori vivaci, iconografia apparentemente tradizionale che nasconde la rielaborazione dell’artista… anche a Catania TvBoy conferma il linguaggio e i temi che l’hanno fatto conoscere in tutta Italia!

TvBoy, Sant’Agata

2) Via Alessi

Piccolissimo, quasi invisibile, come invisibili sono spesso gli anziani, i poveri, gli uomini che vivono la propria vita silenziosa nel caos delle grandi città moderne. E’ lo stencil su muro di C215 (ovvero Christian Guemy) che raffigura due anziani coniugi che si baciano, soggetto amato dall’artista come i tanti altri personaggi comuni e modesti con i quali rappresenta la vita vera del popolo urbano moderno!

I coniugi di C215

3) Via Bonajuto

Può la street art essere definita “barocca”?
Sembra strano, ma l’aggettivo calza a pennello con lo stile dell’artista venezuelano Luis Gomez de Teran, che ha dipinto sul muro di fronte alla Cappella Bonajuto il suo angelo in bianco e nero dal titolo “Fuori dai cieli”. Agli spettatori il compito dell’interpretazione!

Luis Gomez de Teran, Fuori dai cieli

4) Via San Michele

Un’intera via da percorrere a piedi, sui muri della quale (sia a destra che a sinistra) scorrono le opere di Demetrio Di Grado. L’artista palermitano, ormai famoso in tutta Italia, ha uno stile inconfondibile e una tecnica originale. Rielaborando fotografie tratte da vecchie riviste e mixandole con scritte (sempre poste sugli occhi dei personaggi), crea manifesti suggestivi basati sul contrasto tra immagine dolce e spensierata e testi ironici e taglianti. Il risultato? Un cortocircuito emozionale che scatena riflessioni e indagini interiori!

Una delle opere di Demetrio Di Grado in via San Michele

5) Largo XVII Agosto

Può un luogo di morte e rovina trasformarsi a simbolo di rinascita nel nome dell’arte e del colore?
E’ quello che è successo nel cuore della Civita, storico quartiere catanese alle spalle del Duomo. Il 17 agosto del 1943 una bomba causò una grande voragine, sistemata in fretta nel dopoguerra.
Nel 2010 qui si tenne la prima operazione legalizzata di street art a Catania, grazie all’operazione “Rewallution” promossa dalla rivista Lapis. Numerosi artisti parteciparono riempiendo le facciate di palazzi di scritte e colori.

Largo XVII Agosto, l’opera di Microbo

Ti appassiona la street art? Molto altro è possibile scovare nella città etnea, se hai voglia di camminare e hai l’occhio attento e allenato! Se vuoi qualche consiglio, contattami: sarò lieta di accompagnarti!


Silvia Trivellato
Di origini lombarde, sono una storica dell’arte e guida turistica sbarcata in Sicilia per amore!
Ho un grande ufficio, la Sicilia orientale, dove vivo e accompagno i viaggiatori alla scoperta di città, borghi e musei! Cammino ogni giorno nella bellezza ed è per questo che sono convinta di fare il lavoro più bello del mondo!
Con me è possibile scoprire una Sicilia spiegata in modo semplice e attento, attraverso un turismo fatto di passi lenti e ricerca di autenticità! Ti racconterò di arte, paesaggio, tradizioni e curiosità culinarie!
Contatti
Indirizzo e-mail: silviatriv@gmail.com
Sito web: silvia-guidasicilia.blogspot.com
Instagram: @silvia.guida.sicilia

Rispondi